Cosa Vedere a Gaeta

Cosa visitre a Geta

Dove si trova Gaeta? 

Gaeta è una splendida città a circa 100 km da Roma e circa 100 km da Napoli ed è molto conosciuta nel mondo perché Caieta era la nutrice di Enea. La città è una città di mare ed ha una piccola insenatura ed un porto che la divide con a città di Forma. La città di Gaeta si distingue tra Gaeta alta e Gaeta Bassa e la zona di Serapo. Gaeta è inoltre collegata attraverso la via Flacca con la cittadina medievale di Sperlonga altra località molto bella assolutamente da visita e conosciuta molto grazie al fatto che Tiberio aveva li la sua villa che consiglio fortemente di visitare. 

La città di Gaeta si trova nella zona della provincia di Latina ed è sempre stata una città storicamente molto importante proprio perché definiva fino al 1870 la fine dello Stato Pontificio e inizio del regno di dei Borboni. Nel 1848 con la proclamazione della Repubblica Romana Pio IX si rifugia a Gaeta e nella grotta d’oro proclama l’Immacolata Concezione  che fino ad oggi viene sempre festeggiato 8 dicembre di ogni anno. Lo si può vedere quando il Papa ogni  8 dicembre si reca a Piazza di Spagna a Roma per portare i fiori all’Immacolata Concezione. Fatta l’Unificazione d’Italia, mano a mano la città di Gaeta perde il suo ruolo divenendo sempre di più una città turistica che vale assolutamente visitare sia per i soggiorni di mare che per la sua parte storico artistica. 

Il centro storico e Gaeta Vecchia 

Arrivando a Gaeta noterete subito Lungomare Caboto  che si affaccia sul mare sul lato destro della città vi è la parte antica conosciuta meglio come Gaeta Vecchia dove potete fare una bellissima passeggiata tra i vicoli del borgo medievale e tra le bellissime chiese di cui molte sono ancora aperte dopo i recenti restauri. Poco distante si trova anche il Santuario della Santissima Annunziata con all’interno la ben nota Cappella d’Oro che può essere visitata sotto richiesta. E li che Papa Pio IX crea il culto dell’Immacolata Concezione.

Tempio di San Francesco

Sempre lungo il lungomare Caboto si può vedere un’altra grande chiesa Neogotica dedicata a San Francesco. Merita di visitarla  anche se in confronto alle altre chiese medievali della città perde un po il sapore essendo una struttura Neogotica. La tradizione vuole che la chiesa fu fondata da San Francesco nel 1222, in seguito Carlo d’Angiò la fece ricostruire per poi essere rivista nell’ottocento. 

La Cattedrale di Gaeta 

La cattedrale di Gaeta si trova nella parte antica del borgo medievale. E’ un chiesa molto importante sia dal punto di vista architettoniche che dal punto di vista storico. Fu dedicata a Maria Assunta in cielo nel 995 ed ai Santi Erasmo e Marciano. Sant Erasmo era inoltre il protettore di Gaeta e Forma. Sant’ Erasmo è un santo dell’epoca Romana esattamente del III secolo che fu sventrato sotto i romani. Nell’antica cattedrale sono ancora visibile le sei file di colonne Romane di cui una parte furono inglobate nei vari restauri eseguiti duranti i secoli. All’interno si può anche ammirare la fonte battesimale che la tradizione vuole attribuire Canova interessante opera neoclassica di grande livello. Prima di lasciare la chiesa non dimenticate di guardare il campanile della cattedrale con le sue tipiche piastrelle tipicamente laziali. 

Chiesa di San Giovanni a Mare

Durante la vostra passeggiata a Gaeta non di mentecatte di visitare la piccola chiesa di San Giovanni a Mare tipica chiesa di epoca medievale costruita per la preghiera dei pescatori i quali potessero fare ritorno dalla loro famiglie ogni volta che intraprendono un viaggio. La chiesa è anche nota come Chiesa di San Giuseppe ed è stata chiusa per moltissimi anni per il restauro e si trova proprio nel centro di Gaeta. La chiesa nasce a sua volta sopra un antico tempio cristiano che fu distrutto nel 1213 a causa del grande terremoto che colpì la città.

Castello Angioino Aragonese 

Nella parte alta della città vecchia si nota subito la grande fortezza del Castello Angioino- Aragonese costruito probabilmente nel VI secolo per difendere la città contro i goti. Ad oggi una parte appartiene al demanio di Stato dove vi è la Caserma Mazzini della Guardia di Finanza  e un‘altra piccola parte è visitabile su richiesta alla pro-loco di Gaeta. 

La Grotta del Turco e la Montagna spaccata sul Monte Orlano 

Nella parte occidentale della città di Gaeta meglio conosciuta come Serapo vi è una zona verdeggiante che si chiama Monte Orlando. Dove vi è il Santuario della Santissima Trinità o meglio conosciuto come Santuario della Montagna Spaccata.  L’antico santuario fu edificato nel XI secolo dai monaci benedettini sul pendio del Monte Orlando.  La leggende vuole che San Filippo Neri abbia soggiornato in questo Santuario dove a tutt’oggi ancora è visibile il giaciglio dove San Filippo Neri. Il Santuario è costituito in due parti una parte esterna dove i monaci vivevano ed una parte che si incastona tra le rocce in una vista incantevole sul mare mediterraneo. Quando siete li non perdete assolutamente la discesa nella grotta del turco. Proseguendo sempre sul Monte Orlando si può inoltre visitare l’antica polveriera e il magnifico Mausoleo del Generale di Tivoli. Uno dei mausolei meglio conservati dell’antica Roma. 

Spiagge di Gaeta 

Per concludere  visitando Gaeta non potete mancare andare in spiaggia. Gaeta ha il primato di avere le spiagge più belle del Lazio ed arrivano fino alla piana di Sant’Agostino. Molti degli alberghi hanno in dotazioni la loro Spiaggia privata come ad esempio Hotel Serapo antico albergo della città che si trova ai piedi del Monte Orlano. Oppure vi sono moltissimi stabilimenti e spiagge libere dove potete andare tranquillamente importante però e portare con sé delle buone scarse per scendere  le scale delle calette. 

  • Spiaggia di Fontania
  • Spiaggia di Serapo 
  • Spiaggia dei 40 Remi
  • Spiaggia dell’Ariana
  • Spiaggia dell’Aronauta
  • Spiaggia di San Vito 
  • Baia di Sant’Agostino