Visita a Caprarola ed al Palazzo Farnese

caprarola

Un delizioso borgo esempio di urbanistica rinascimentale che sorge in prossimità dei Monti Cimini arroccato su una roccia di tufo. Il borgo è diventato celebre a partire dal XVI secolo quando l’architetto Jacopo Barozzi, noto come il Vignola, divise in due parti uguali quello che era il precedente borgo medievale per poter costruire una strada di accesso al Palazzo Farnese.
Nacque allora la Via Dritta, ad oggi la strada principale di Caprarola, per consentire l’accesso al palazzo dai piedi del paese. Lo stesso centro del paese è un luogo pieno di attrattive turistiche di interesse come la Chiesa di San Marco, edificio di fine 1500 eretta sempre su progetto del Vignola; la fontana del Mascherone, ottocentesca, e quella delle Boccacce. Ed ancora la chiesa della Madonna della Consolazione voluta da Alessandro Farnese, esponente della famiglia che qui mise radici.

Palazzo Farnese di Caprarola

Non a caso il Palazzo Farnese è un edificio di pregio che nacque per essere una fortezza inespugnabile con pianta pentagonale e bastioni imponenti. Palazzo Farnese è famoso anche per i cicli di affreschi che lo rendono una sorta di museo, oltre che per i giardini quadrati di notevole importanza storica ed artistica con le numerose fontane presenti.
Il Palazzo Farnese di Caprarola è uno degli edifici principali non soltanto della provincia di Viterbo ma dell’intero Lazio; un gioiello di fine 1500 che lega il territorio di Viterbo e della Tuscia in modo indissolubile alla storia di una delle famiglie più potenti dell’intero Rinascimento. I Farnese, per l’appunto. La Via Dritta, creata appositamente per dare un sentiero che dai piedi del paese arrivasse al palazzo, taglia esattamente il centro storico di Caprarola e lungo il suo sentiero si possono ammirare le antiche abitazioni medievali.

Altri luoghi di interesse di Caprarola

Tra gli altri luoghi di interesse presenti a Caprarola va ricordata la Collegiata di San Michele Arcangelo con i suoi dipinti del ‘600 e del ‘700; il Castello di Vico, edificato nei secoli XIII/XIV che mostra ancora due torrioni circolari; la Fontana delle Tre Cannelle; nei press di Caprarola si può poi visitare la Riserva Naturale del Lago di Vico, che nei mesi estivi può offrire il meglio di sé ai viaggiatori con un paesaggio ritenuto tra i più belli e suggestivi dei dintorni di Roma.
Una visita a Caprarola implica poi un tour delle tante botteghe artigianali disseminate sul territorio, in particolare sulla Via Dritta, oltre che delle aziende di prodotti enogastronomici, dato che queste terre sono anche note per il mangiare bene con cibi genuini e caserecci.