Visita alla suggestiva Abbazia di Farfa

abbazia farfa

L’Abbazia di Farfa è uno dei luoghi più richiesti in materia di visite guidate in provincia di Rieti nonché uno dei monumenti religiosi più importanti del Lazio intero. Questa abbazia era un monastero della congregazione di Cassino e prende il nome dall’omonimo fiume Farfa che scorre nelle vicinanze.
L’Abbazia di Farfa è considerata oggi uno dei luoghi fondamentali nella storia del monachesimo europeo. Le sue origini sono da far risalire ad un periodo collocabile tra il 560 ed il 570 d.C. ed i lavori per completare il processo di costruzione durarono fino al 913. Tuttavia la sua fama risale anche a qualche decennio prima, precisamente alla notte di Natale dell’800 quando da qui passò Carlo Magno, visita che fu preceduta da notevoli modifiche strutturali dell’edificio.

Storia dell’Abbazia di Farfa

L’Abbazia di Farfa mantenne un’importanza strategica anche per tutto l’alto Medioevo vista la sua posizione particolarmente favorevole. Divenne anche un prestigioso centro culturale grazie alla sua biblioteca magnificente.
Subito dopo la fine dell’impero carolingio la abbazia entrò in un periodi di crisi che durò fino al termine del Medioevo: in epoca rinascimentale in perfetta tendenza con il pensiero predominante in quegli anni l’Abbazia di Farfa visse una rinascita frutto anche di un lavoro di ampliamento. Tuttavia la decisione di diventare autonoma dal Papato la posero tra le mire delle ricche famiglie romane del tempo, fattore che causò un secondo declino della abbazia nella sua storia condito anche da saccheggi e distruzione ad opera dei saraceni.
Bisognerà aspettare il XX secolo, per la precisione l’anno 1920, per vedere l’Abbazia di Farfa nuovamente in auge grazie al prezioso intervento di un gruppo di monaci: nel 1928 l’abbazia viene dichiarata monumento nazionale.

Visitare l’Abbazia di Farfa

Oggi la visita all’Abbazia di Farfa è un qualcosa di molto richiesto vista anche la vicinanza con Roma. L’edifico appare totalmente recuperato e perfettamente incastonato nel suo suggestivo borgo medievale.
Un tour dell’Abbazia di Farfa comprende una visita alla chiesa di Santa Maria ed al suo campanile; un immersione nelle tante opere di rilevanza artistica che sono presenti, come gli affreschi di Orazio Gentileschi o le grottesche degli Zuccari; un tour dei due chiostri ivi presenti, quello Longobardo ed il Chiostro Grande.
Inoltre la visita all’Abbazia di Farfa può essere affiancata anche da un piacevole intermezzo gastronomico, visto che il territorio reatino è noto per i suoi prodotti tipici e che anche all’interno della stessa abbazia è possibile prenotare un pranzo per immergersi totalmente nella vita monastica di secoli fa.