Tour di Sabaudia: Come visitare la pianura pontina

Tour di Sabaudia

Tour di Sabaudia: Come visitare la pianura pontina

La zona della pianura pontina è un altra straordinaria zona al confine tra la Provincia di Roma e la Provincia di Latina. Visitare questa zona è un esperienza straordinaria visto che è una zona molto completa tra tra archeologia, mare e buon cibo. Personalmente quando si visita questa zona consiglio sempre di scendere visto che si trova a sud di Roma, seguendo la litoranea in tal modo si può approfittare dell vista lungo il mare.

Partendo da Roma, consiglio di arrivare a Nettuno e proseguire verso Torre Astura, proseguendo sul lungo mare passando per Borgo Sabotino, fermandosi per fare colazione sul litorale di Sabaudia. Lungo il mare vi sono molti chioschi che sono molto simpatici e belle da vedere. Inoltre la spettacolare spiaggia è ancora composta dai tomboli di sabbia che si sono creati milioni di anni fa con il ritiro  del mare. Il quale anticamente arrivava fino ai monti Ausoni ed Aurunci. Con il ritirarsi del mare si è creata la pianura pontina, la quale sono con Mussolini negli anni trenta fu tutta bonificata e poi abitata.

Durante la bonifica Mussolini volle creare le New Town che sono i primi esempi di architettura razionalista italiana. Di cui Sabaudia è un po la città più importante in Italia visto che è la prima città razionalista. E nasce interamente su un progetto razionalista creata dagli architetti dell’epoca.

In Italia sono molte le strutture architettoniche in stile razionalistico ma solo Sabaudia è un esempio completo interamente costruito di sana pianta. Ecco il perché vale la pena visitarla. Durante il Tour di Sabaudia si visitano anche i Laghi che sono il Lago di Paolo, Caprolace e Fogliano. Quest’ultimo confina inoltre con il Parco Nazionale del Circeo. Il cui parco è l’unico spazio rimasto che ricorda la zona prima della bonifica della pianura pontina. Durante la bonifica le antiche querce erano cosi grandi che hanno dovuto buttar giù gli alberi con la dinamite.

San Felice Circeo

Dopo aver vistato Sabaudia il tour prosegue per San Felice Circeo a ricordo dell’antica maga Circe dove la tradizione vuole che Ulisse si sia innamorato del suo canto e sia rimasto li molti anni ad amoreggiare con Circe. La bellezza del Circeo è il suo mare che sembra visto da lontano un’isola completamente staccata dal territorio laziale. A San Felice Circeo si può visitare l’antico borgo e se si ha tempo vale la pena fare un salto a vedere la Grotta Guttari dove furono ritrovati dei resti dell’epoca di Neanderthal.

Lasciando il Circeo bisogna proseguire fino ad arrivare a Terracina. Straordinaria città Romana dove ancora oggi nel centro storico si può ammirare lo straordinario foro della città, il quale mantiene ancora l’antica pavimentazione romana. Circondata da antichi templi inseriti negli antichi edifici con vista sul duomo di Terracina. Conosciuto con il nome di Cattedrale di San Cesareo. Dove all’interno vi sono le antiche colonne del tempio Romano.

Dopo aver visitato Terracina un’ottima soluzione e prendere la Via Appia Antica, dove ancora oggi si possono ammirare gli antichi Miliari che segnavano le miglia romane fino a Roma. La zona dell’Appia antica e la zona con anche molti edifici storici visto che San Paolo e molti altri santi quanto sono giunti a Roma sono passati per la Via Appia. Soffermandosi spesso presso l’antica posta della Via Appia.

Continuando  per la via appia si arriva a Velletri e poi ad Ariccia e si può in tal modo decidere se fermarsi per una cenetta fugace ad Ariccia o continuare e rientrare a Roma.

About wp_3581807 233 Articles
Roma Guide Turistiche di Roma. Visite guidate a Roma, Visite Guidate a Tivoli, Visite Guidate a Ostia Antica. Tour personalizzati di Roma. Guida turistica abilitata di Roma.