Tour di Tivoli: Tivoli le sue ville ed i suoi monumenti

villa d'este tivoli

Venire  e visitare  Tivoli ci immerge   nella storia lungo un cammino che si snoda dal periodo romano con la costruzione della Villa Adriana, passando attraverso il periodo rinascimentale con la presenza della Villa D’Este e poi la Villa Gregoriana risalente ai primi decenni del 1800 famosa per le sue bellezze paesaggistiche e per le sue fragorose cascate. Tivoli però è una città che si presta anche a una visita più approfondita, alla scoperta dei suoi monumenti “minori”, chiese, piazze, vicoli medievali.

Andiamo alla scoperta della  città e del suo territorio attraverso la  Tour di  Tivoli! La  presenza dell’uomo nel territorio tiburtino risale al periodo protostorico probabilmente da parte di genti che arrivavano dalla confinante regione della Sabina anche se la tradizione  attribuisce le origini della città a coloni che giungevano dalla Grecia.

Monumenti di epoca preistorica presenti a Tivoli:

Le prime testimonianze della presenza dell’uomo nel territorio di Tivoli risalgono a un periodo compreso tra i 12.000 e i 10.000 anni fa. Lungo la riva destra del fiume Aniene c/o il cd. Ponte Lucano troviamo una grotta che è stata scoperta nel 1953 e che viene chiamata Grotta Polesini.

La Grotta Polesini

All’interno di questa grotta  non sempre visitabile a causa dell’innalzamento del Fiume Aniene sono stati trovati circa 30.000 strumenti di selce e quintali di ossa che attestano la frequentazione del luogo da parte dell’homo sapiens e risalente a circa 10.000 anni fa. Famoso è il ritrovamento del cd. “Ciottolo del lupo “.Si tratta di  un lupo graffito su di un ciottolo di fiume  a cui si aggiungono altri ciottoli  che hanno incisi un cinghiale, dei leporidi.materiale questo ora esposto nel Museo Preistorico  Pigorini sito a Roma.

All’età del Ferro   risale una necropoli datata all’VIII –VII  sec.a.C che era situata presso l’attuale Rocca Pia e che era caratterizzata da tombe a “circolo” che hanno restituito collane, orecchini, fibule  per quanto riguarda le tombe femminili, mentre quelle maschili si riconoscono per le armi, lance, coltelli. Materiale preziosissimo ora esposto in parte al Museo Nazionale di Roma. L’anno di fondazione della città di Tivoli secondo la tradizione  è il  5 aprile del 1215 a.C a opera di genti che arrivavano dalla Grecia.

Tour di Tivoli: Tivoli Monumenti antichi

Tuttavia i rinvenimenti più antichi delle prime origini della città risalgono al VI sec. a.C , si tratta dei resti delle Mura  Urbane costruite in opera quadrata  che ancora oggi  si possono vedere a Piazza del Governo .Questa cinta urbana ebbe naturalmente anche delle Porte, la più importante Porta Maggiore o Romana visibile ancora oggi lungo Via del Colle- San Valerio. Percorrendo questa antica arteria si possono vedere infatti i resti lungo  il fianco meridionale, realizzata con blocchi in travertino, rifacimento questo di epoca augustea. .Si tratta di una porta del tipo a saracinesca in cui  è ancora visibile il solco dove  un tempo  scorreva la porta in legno.

Tour di Tivoli: Tivoli via del Colle

L’attuale Via del Colle  costituisce la spina del centro storico medievale e ricalca l’antica Via Tiburtina. Questa risale addirittura al 450 a.C e metteva in collegamento Roma  a Tibur(odierna Tivoli.) Poi nel 286 a.C  grazie al Console Marco Valerio Massimo raggiunse l’Abruzzo appellandosi con il nome di Via Tiburtina Valeria. L’antica via tiburtina giunta a  Tivoli attraversava il Tempio d’Ercole con una via coperta (Via Tecta) poi risaliva oltrepassando la Porta Maggiore e  dunque passava tra due piazze corrispondenti all’attuale Piazza del  Duomo e Piazza Tani.

La piazza oggi occupata dal Duomo in epoca romana in realtà era l’area pertinente al Foro  Romano della città dove c’erano numerosi edifici pubblici e religiosi. Il Duomo viene costruito laddove c’era la basilica Civile del I sec.a.C. Proseguendo sul lato sud troviamo la Mensa Pon- derrata- Augusteum  costruita tra il 20 e il 15 a.C. Questo edificio era adibito a ufficio dei pesi e delle misure e  inoltre veniva utilizzato come sacello per l’imperatore ossia come luogo di culto dedicato all’imperatore Augusto.

La vicina Piazza Tani invece  in epoca romana quasi sicuramente era una piazza mercato. Da qui la via tiburtina risaliva e raggiungeva lAcropoli di Tivoli dove furono costruiti i due templi dedicati forse  alla Sibilla e a Vesta  resi poi celebri dai vedutisti a partire dal XVIII secolo.

La Sibilla di Tivoli 

Il cd.Tempio di Vesta risale alla prima metà del I sec. .a.C.Ha una  pianta circolare, coperto da un soffitto di travertino cassettonato e presenta 18 colonne scanalate di ordine corinzio. Il cd.Tempio della Sibilla è forse del II Sec.a.C, di forma rettangolare. La Sibilla Albunea secondo la tradizione predisse la nascita di Gesù all’imperatore Augusto. Dall’area dei Templi si gode la vista aerea della Villa Gregoriana e delle cascatelle sotto Ponte Gregoriano

About wp_3581807 235 Articles
Roma Guide Turistiche di Roma. Visite guidate a Roma, Visite Guidate a Tivoli, Visite Guidate a Ostia Antica. Tour personalizzati di Roma. Guida turistica abilitata di Roma.