Terracina perla della Riviera d’Ulisse

Visite Guidate a Terracina
Visite Guidate a Terracina

Terracina perla della Riviera d’Ulisse

La città di Terracina è un’altra perla della Riviera d’Ulisse. La cittadina si affaccia sul mare ed è raggiungibile sia attraverso la Via Flacca che attraverso la Via Appia.

Entrambi le strade sono molto belle da farsi e sono entrambi panoramiche, e conviene farle in entrambi i versi in tal modo si può apprezzare molto bene sia la parte che proviene da Gaeta che quella che proviene da Roma.

La città di Terracina è divisa tra una parte alta ed una parte bassa, è chiaro che la parte alta è la parte più bella da visitare visto che è la più antica. Ma anche la parte bassa di Terracina è interessante da vedere visto che vi sono alcune opere interessanti da visitare.

Come sappiamo la città era un antica città Roma, denominata SPQT; ed era nota per la presenza del Tempio di Giove Anxur. Tempio di epoca Romana tra i più interessanti da visitare assieme a quello di Palestrina Tempio della Fortuna Primigenia e quello di Tivoli; Tempio di Ercole.

L’aspetto interessante del Tempio di Giove Anxur, è che è costruito sopra una collina con l’affaccio sul mare. Dove la tradizione vuole che da questo tempio veniva sacrificato il giovane più bello della città.

Purtroppo ad oggi si può visitare solo la sostruzione, la parte in alto è andata completamente distrutta, la quale era divisa in tre tempi. Uno più grande è due più piccoli.

Tempio di Giove Anxur a Terracina

Ad oggi il sito è ancora visitabile e ne vale la pena; in particolar modo per visitare le gallerie sotterranee del tempio. Dove ancora oggi vi sono rimaste delle antiche cappelle cristiane di epoca medievale.

L’architettura nella sua totalità è molto bella da guardarsi e da immaginarsi; visto che dal tempio ancora oggi si può vedere la Via Appia sulla destra con tutta la pianura pontina bonificata sotto il periodo mussoliniano.

E sulla sinistra si può ammirare il noto Pisco Montano, la nota montagna fatta tagliare da Traiano, con tutta la vista panoramica sulla Via Flacca e sul Mare. Da dove si può vedere Gaeta, Sperlonga con tutta la Piana di Sant’Agostino.

Centro Storico di Terracina

Lasciando il noto Tempio di Giove; che è la prima cosa da visitare. Si scende per visitare la piazza antica di Terracina. E’interessante far notare che la piazza antica di Terracina corrisponde all’antico foro romano della città.

Pertanto ancora oggi l’antica Via Appia passa nel centro dell’antica città, la quale strada fu fatta prima della deviazione attraverso il Pisco Montano fatto fare sotto Traiano.

La piazza ha ancora la pavimentazione autentica, dove al centro passa la Via Appia ed è qualcosa di veramente straordinario. Inoltre al centro della Piazza vi è l’antica chiesa medievale. A cui corrisponde il Duomo di Terracina, che porta il nome di  Cattedrale di San Cesareo.

La chiesa fu costruita nell’antico tempio di Apollo; e poi fu rimaneggiato per la costruzione della Cattedrale in epoca medievale. Dove ad oggi possiamo ancora visitarla e si possono vedere le antiche colonne del tempio di Apollo.

Sia in forma interna che in forma esterno visto che il tempio era molto grande. La cattedrale è caratterizzata per il suo portico di epoca medievale con colonne che sostengono l’architrave  decorata con particolari decorazioni a mosaico . Dove possiamo vedere mostri alati, aquile, palme, cervi, tori e volatili vari.

Al suo interno invece un interessante pavimentazione cosmatesca, un pulpito a cinque colonne del XIII secolo, con accanto delle colonne tortili della stesso epoca. La chiesa fu rimaneggiata molto nel 1700 e questo fece si che tutta la parte Medievale venne coperta e oggi non è più visibile.

Terracina alta

Nella parte alta della città oltre al Tempio di Giove Anxur, la cattedrale e la chiesa da visitare assolutamente. Si può continuare a fare una passeggiata per il borgo antico, dove sempre nella piazza vi è da guardare la Torre dove oggi è sede il comune di Terracina.

La zona che corrispondeva all’antico Capitolium, dove oltre al passaggio della via appia vi sono i resti dell’antico Capitolium di Terracina. Riemerso dopo la seconda guerra mondiale i quali bombardamenti hanno fatto riemergere le antiche strutture romane.

Terracina Bassa

Una volta aver ammirato la parte alta conviene riprendere la macchina e proseguire verso la parte bassa di Terracina; dove è visibile l’antico Borgo Pio costruito nel Settecento .

Il quale è un interessante modello architettonico; di epoca neoclassica, che raggruppa al centro alcuni edifici messi a ferro di cavallo. Con al centro l’antica chiesa neoclassica.

La chiesa del Santissimo Salvatore si trova proprio al centro e si affaccia nella piazza Garibaldi dove al centro della piazza vi è un interessante opera di Duilio Gambellotti. Opera dedicata alle donne della pianura pontina, che vuole ricordare l’artista visto che è stato uno dei più importanti artisti che hanno lavorato in zona, durante l’antica bonifica mussoliniana.

La chiesa è interessante nella sua architettura neoclassica, a cui viene attribuito anche l’intervento del noto artista Giuseppe Valadier. Ma non se ne è certi del suo intervento.. Visto che la chiesa venne terminata dopo la morte dell’artista, pertanto si pensa che lui l’abbia progettata ma fu terminata solo dopo da Pietro Bracci e Luigi Mollari.

Poco distante dalla Chiesa del Santissimo Salvatore, vi è il canale con il piccolo Porto Canale fatto costruire da Gregorio XVI vero il 1850 per facilitare il traffico delle navi come anche il defluire delle acque della pianura.

Ricordiamo ad ogni modo che il porto di Terracina era un antico porto ed importante sin in epoca Romana. Visto che si trova lungo la Via Appia, era un porto di grande importanza.

Lo stesso San Paolo quando arrivò a Roma per la prima volta arrivò ad Terracina e poi prosegui lungo la Via Appia per arrivare in città. Se no non sarebbe spiegato il perché vi sarebbe stato un tempio cosi grande e cosi importante.

Dintorni di Terracina

La piccola cittadina è una cittadina che si trova abbastanza ben posizionata, pertanto vi sarà facile visitare le aree naturali come il Parco Nazionale del Circeo, Monumento Naturale del Parco Soriano ed il Monumento naturale del Lago di Fondi.

Volendo rimanere più giorni in zona ne vale la pena visto che oltre ad approfittare del mare vi sono molte località da vistare che debbono essere viste.

Come ad esempio:

  • Circeo
  • Sabaudia
  • Lago di Paola, Caprolace e Fogliano
  • Anzio
  • Sperlonga
  • Gaeta
  • Latina
  • Fondi
  • Priverno
  • Sezze
  • Fossanova

 

 

About wp_3581807 318 Articles
Roma Guide Turistiche di Roma. Visite guidate a Roma, Visite Guidate a Tivoli, Visite Guidate a Ostia Antica. Tour personalizzati di Roma. Guida turistica abilitata di Roma.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*